inHERE. Buone pratiche nell’interesse comune

Group of different people in community isolated on white background

Il progetto inHERE (Higher Education Supporting Refugees in Europe) pubblica un Catalogo di Buone Pratiche sull’accoglienza dei rifugiati negli istituti di istruzione superiore. Gli esempi di buone pratiche sono stati selezionati tra quasi 300 iniziative raccolte tramite la campagna della Refugees Welcome Map di EUA, l’Associazione delle università europee.

Come la stessa Map di EUA, il Catalogo mira a servire le comunità accademiche in Europa e oltre, come fonte di informazione e di ispirazione e per consentire scambi e collaborazione. Se da una parte il Catalogo si concentra su studenti e ricercatori rifugiati, dall’altra vuole favorire una più ampia discussione sulle strategie delle università, sulla terza missione e sul loro approccio di gestione della diversità.

I casi selezionati per il Catalogo di Buone Pratiche sono stati organizzati in 11 categorie tematiche e  scelti sulla base dell’impatto dei casi sull’integrazione dei rifugiati nella vita sociale e nello studio. Al di là del numero di rifugiati raggiunti, i criteri di selezione sono stati: il potenziale di estensione e di trasferibilità, l’effettiva risposta alle esigenze delle popolazioni rifugiate, l’ approccio collaborativo e sostenibile dell’iniziativa, la pratica come parte della missione dell’università.

Sulla base delle esperienze raccolte nel Catalogo, il progetto inHERE proporrà nell’autunno 2017 una serie di laboratori, seminari online ed eventi formativi, rivolti al personale universitario che abbia interesse a rafforzare l’approccio della propria università verso l’integrazione dei rifugiati nell’istruzione superiore. Un’ iniziativa che arriva al momento giusto, considerando che in molte università i primi gruppi di studenti rifugiati hanno terminato i corsi preparatori e di lingua, e   iniziano i programmi di studio.

Fin dal suo lancio, risalente al 2015, la Refugees Welcome Map di EUA è diventata un riferimento nelle discussioni internazionali sulle politiche e sulle pratiche relative a rifugiati e l’ istruzione superiore. La mappa continua a raccogliere aggiornamenti sulle iniziative già registrate, ma anche nuove iniziative da parte di istituzioni e organizzazioni, attraverso la compilazione di un breve questionario. Tali nuove iniziative saranno inoltre prese in considerazione per ampliare il Catalogo di Buone Pratiche durante le prossime fasi del progetto.

Il progetto inHERE è co-finanziato dal programma Erasmus e  dall’Unione Europea ed è implementato dal  consorzio costituito da UNIMED (coordinatore), EUA, Campus France, Università di Barcellona,  Università degli Studi di Roma La Sapienza e UNHCR nella sua funzione di associato.

Fonte:

http://www.uni-med.net/inhere-catalogo-di-buone-pratiche/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *