Im-posta al sole in Portogallo

Stessa via, un edificio all'0mbra uno al sole. Stesso palazzo, primi piani all'ambra, gli alti al sole. Come si applicherà la "Imposta al sole"?

Stessa via, un edificio all’0mbra uno al sole. Stesso palazzo, primi piani all’ambra, gli alti al sole. Come si applicherà la “Imposta al sole”?

C’è una frase di uso universalmente comune in Portogallo che in questi giorni vanno ripetendo in molti.  La frase, riferita solitamente alla pressione fiscale, è la seguente: ”Se si continua così, presto ci faranno pagare anche l’aria che respiriamo”.

Ed è esattamente questo, il commento di António Frias, presidente dell’ANP (Associaçao Nacional de Proprietarios  – Associazione  Nazionale dei Proprietari), all’entrata in vigore della revisione catastale, approvata dal Governo lusitano, che prevede un incremento del 20% per gli immobili con  maggiore esposizione al sole.

La nuova tassazione è entrata in vigore nell’agosto 2016 per tutti i nuovi fabbricati, mentre per quelli già esistenti subentrerà man mano che si procederà alla revisione catastale. Manovra che i municipi attuano ogni tre anni e per i quali rappresenta una delle principali fonti di entrate.

Naturalmente sulla rivalutazione  dei valori catastali  sono  stati contemplati altri fattori, come la presenza  dell’ascensore, il riscaldamento centralizzato o il garage, ma la grande novità è rappresentata del nuovo tributo, denominato Imposto do sol (imposta del sole ndr) che  graverà sull’IMI (Imposta Municipale Immobiliare) con un aumento che va dal  5% al 20%.

Perplessi, oltre che molto irritati sono gli agenti immobiliari dell’APEMIP,  i quali pongono l’accento non solo sull’aumento  ma anche sulla soggettività dell’imposta e, conseguentemente, sulla sua  complessità di valutazione. Si pongono delle domande non peregrine, tra cui:

Con quali parametri si determinerà il  valore dell’esposizione solare? La valutazione economica si baserà sulle ore effettive di illuminazione dell’appartamento?  Che cosa succede se il tempo sarà nuvoloso per un lungo periodo?”

E, aggiungiamo noi, se l’immobile ha un’eccezionale luminosità ma è di edilizia popolare, come verrà considerato?

António Frias afferma che era inevitabile che il Governo  prendesse questa decisone conside,rando che il Portogallo ha il sole per 365 giorni  l’anno e la maggior parte delle abitazioni è illuminata dal sole, ma nonostante ciò è una decisione”assurda”.

Le nuove stime catastali fanno parte di una nuova tassazione sul patrimonio immobiliare che include un’imposta patrimoniale per le case di valore superiore ai 600mila euro, che ha suscitato da parte del settore non meno proteste di quella sollevate per “il sole”,.

La  preoccupazione principale e che si possa frenare  l’eccezionale l’exploit di vendite immobiliari soprattutto a Lisbona e lungo la sua linea marittima fino a Estoril e Cascais, grazie alla presenza straniera.

Paradiso dei pensionati e degli investitori

Il Portogallo in questi ultimi anni è diventato luogo ricercato dai pensionati europei, tanto da essere soprannominato la “California europea”.

Vantaggi fiscali e costo della vita abbordabile, clima temperato e ritmi di vita non particolarmente frenetici, l’hanno reso un’autentica oasi dove risposare in modo attivo e godersi la vita. Per un periodo di 10 anni, la loro pensione sarà esente da tasse.

Oltre ai pensionati, la terra lusitana accoglie i “nuovi ricchi” dei paesi emergenti (ormai emersi), tra cui cinesi, brasiliani e russi che comprando un immobile acquistano di diritto una residenza “elettiva” per 5 anni, a prescindere, dalla permanenza effettiva nel paese, beneficiando della cosiddetta “Golden Visa” (Visto d’oro) adottato dal governo dal 2012 (solo per i non europei).

La manovra amministrativo-finanziaria del “visto d’oro” si pone l’obiettivo di attrarre investimenti stranieri. Per ottenere questo tipo di visto è necessario acquistare un immobile di oltre 500.000 dollari, fare investimenti della stessa somma o superiore a 1 milioni di euro così da investirli e creare almeno 10 nuovi posti di lavoro. I beneficiari possono investire nel resto di Europa, non ci sono imposte patrimoniale così come quelle notarili (diritto di successione, donazioni)

Inoltre, beneficiari di questo regime tributario particolare, sono i liberi professionisti.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.