25 marzo 2017. L’ora della terra

L'ora della terraL’Earth Hour. L’ora della Terra, l’evento mondiale lanciato dal Wwf, per sensibilizzare ai problemi dei cambianti climatici l’opinione pubblica (e non solo, considerando alcuni governanti che arrivano a negarli) e che quest’anno compie 10 anni.

L’Earth Hour invita sia le istituzioni sia i privati, il 25 marzo 2017 a spegnere per 1 ora, dalle 20.30 le luci ovunque. Al buio case, ristoranti, uffici, monumenti, palazzi pubblici.
Dalla prima edizione dell’evento, avvenuta a Sidney nel 2007, si è giunto alle adesioni di 178 Paesi nel 2016.

Il prossimo 25 marzo dalle h. 20,30, a Roma saranno al buio la Basilica di San Pietro, il Colosseo e il Museo Maxxi, dell’architetto Zaha Hadid, della quale pochi giorni dopo, il 31 marzo, ricorrerà il primo anniversario della sua precoce scomparsa.
Più estesa l’adesione di Firenze che spegnerà le luci del Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio e la Torre di Arnolfo, la Cupola del Duomo, la Statua del David, la Basilica di Santa Croce e l’Abbazia San Miniato al Monte.
A Torino coinvolte la Mole Antonelliana, il Duomo, la Basilica di Superga, Palazzo Civico, Chiesa della Gran Madre di Dio, la Chiesa di Santa Maria al Monte dei Cappuccini.
A Palermo, il Palazzo della Aquile, Piazza Pretoria e il teatro Politeama
E poi Verona con l’Arena; Bologna, con la Scalinata del Pincio; Bari con Piazza del Ferrarese.  E, infine, il Molise, dove, mentre scriviamo, hanno già aderito 76 Comuni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *