Repetita iuvant, la frutta secca combatte il sovrappeso e l’obesità

Frutta seccaAvere l’abitudine di mangiare frutta secca sembra essere un’attitudine molto sana. Perché oltre a fornire energia, grazie ai macronutrienti come i grassi buoni, minerali e alle proteine che contiene, produce un effetto di sazietà che aiuta a combattere la lotta con l’ago della bilancia e diminuisce il rischio di sovrappeso e obesità.
La notizia è non nuova e proviene da uno studio condotto da 35 ricercatori presso la Loma Linda University School of Public Health (California – USA) e dall’International Agency for Research on Cancer, pubblicato per la prima volta nel 2014 dalla rivista Plos One, ripresa poi dalla rivista European Journal of Nutrition.

Per frutta secca s’intende noci, mandorle, nocciole e pistacchi.  Il gruppo di ricerca, guidato dal professor Joan Sabaté, ha esaminato 373.293 persone la cui età andava dai 25 ai 70 anni, provenienti da 10 Paesi europei, dal 1992 al 2000. Inserita nella dieta alimentare la frutta secca, in sostituzione delle proteine animali i ricercatori hanno osservato come nell’arco di 5 anni i partecipanti allo studio hanno dimostrato un rischio del 5% inferiore all’esposizione al sovrappeso o all’obesità, rispetto a chi non consumava la frutta secca. Gli studiosi hanno costantemente monitorato i regimi dietetici e gli indici di massa corporea dei partecipanti.

Se uniamo i risultati della ricerca californiana con le qualità antidepressive del pistacchio, potremmo iniziare a pensare  che la frutta secca assicura, se non la felicità, una vita molto sana. Ma è necessario ricordare che  è finora è stata considerata un cibo ad alto contenuto calorico e consigliato, dunque, mangiamola sì ma con moderazione. Per quanto riguarda la quantità giornaliera e, soprattutto, la sostituzione della stessa con i prodotti animali,  è consigliabile  seguire pedissequamente il parere del proprio medico.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *