Ecomondo 2017. Applausi ai Comuni più verdi d’Italia

Logo Ecomondo - sfondo bianco18° Edizione del concorso nazionale La città per il Verde.  Premiazione a Rimini il 10.11.2017.

Spesso si dice che nelle competizioni l’importante è partecipare, e Pierre De Coubertin per questo non è mai nominato abbastanza, ma vuoi mettere la soddisfazione che si prova quando si vince! Ed anche se non sono medaglie olimpiche i primi posti che si ottengono in una classifica quali il comune più verde d’Italia, con la migliore manutenzione del verde stesso, il comune più ‘organico’ per la migliore raccolta differenziata,  quello con il migliore orto urbano didattico, e la migliore iniziativa di volontariato per gli spazi verdi, sono sempre premi che vengono attribuiti a tante persone. I cittadini virtuosi in primis e poi gli assessori, i sindaci ed i loro collaboratori che hanno promosso ed organizzato al meglio la vita del proprio comune.

Ecomondo è la vetrina per tutta questa operatività e dal 7 al 10 novembre 2017 a Rimini saranno allestiti stands che promuovono molte iniziative inerenti alla salute degli italiani nel settore dei rifiuti e della loro distruzione o riciclaggio.  I partners di questa iniziativa sono oltre che Ecomondo, il Touring Club, Città sostenibile, e Key Energy,  la Regione Lombardia, l’Assoplastiche,  il consorzio compostatori, l’Aidi e l’Assil, la cui giuria, dopo aver fatto molte valutazioni ha premiato le seguenti città e che potranno apporre il logo del premio sulla carta intestata del  proprio comune.

I Comuni virtuosi

Trezzano sul Naviglio 2Trezzano sul Naviglio  (a lato) è la città con più verde urbano quale comune fino a 5.000 abitanti, Sant’Agnello (Na)  quello  fino a 15.000 abitanti,  Chieri (To) quello fino a 50.000 abitanti
Ugento e Abbiategrasso hanno la migliore manutenzione del verde, e per gli orti urbani didattici si sono aggiudicati i primi posti nelle tre categorie suddette per abitanti: Tione  (Tn) – Cavallino (Le) e Varese.
I comuni più “organici”  sono: fino a 5.000 abitanti Bassiano (Lt), fino a 15.000 Sommacampagna (Vr) e fino a 50.000 a pari merito Sestri Levante (Ge) e Pioltello (Mi)

Un premio è poi andato per la migliore iniziativa di volontariato per spazi verdi al progetto: Zappata Romana (Rm).

Le suddette amministrazioni comunali si sono pertanto distinte attuando politiche operative in favore dei propri cittadini e per migliorare l’ambiente sul quale vivono. Il patrimonio verde italiano merita rispetto e riqualificare zone  promuovendo già nell’ambito dell’insegnamento  scolastico  l’amore verso la natuta non può far altro che del bene e saranno proprio i ragazzi a capire quanto è importante evitare gli sprechi e conservare l’ambiente pulito perchè il loro futuro possa essere più vivibile e piacevole.
Questi incontri, patrocinati anche dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare stanno a dimostrare che i percorsi intrapresi da molti comuni meritano l’onore della cronaca e portati ad esempio. I risultati sulla raccolta differenziata, anche se ancora non raggiungono livelli ottimali, avranno successo se si  uniscono esperienze diverse tra loro e condivisione su lavori comunitari.

Paul Connet - Zero WasteI 272 comuni che aderiscono alla Strategia Rifiuti Zero hanno creduto che seguendo proprio l’idea del fondatore di Zero Waste, Paul Connet (a lato), si possono raggiungere traguardi che porteranno veri miglioramenti nel futuro nostro e del nostro pianeta.

Applausi dunque a questi Comuni, questi premi, così prestigiosi, siano per loro uno sprone a far sempre meglio, al momento non c’è che da essere orgogliosi!

Foto di copertina: Trezzano sul Naviglio  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *