Colloquio di lavoro oltreconfine

Per un colino non è un difetto avere i buchi (proverbio libanese)

Il colloquio di lavoro è sicuramente uno dei momenti più delicati che una persona deve affrontare nel mondo professionale. A prescindere dall’età, si affronta sempre con un certo disagio. Ovviamente, a seconda del paese in cui ti trovi, i requisiti potrebbero essere differenti, ma probabilmente alcuni parametri di comportamento, avranno una valenza universale.

Visitando diverse agenzie di selezione del personale (online) di diversa provenienza geografica, abbiamo raccolto i consigli comuni.

Esprimere un parere positivo nei confronti dell’ultimo lavoro.

Se ti lamenti del tuo ultimo lavoro potresti dare l’impressione di una persona che si lamenta regolarmente e ti si accontenta con difficoltà. Al contrario parla positivamente delle tue passate esperienze, evidenziando il tuo desiderio di sperimentarti in altri campi. Chiedi a te stesso: “Ti piacerebbe lavorare con persone che criticano continuamene gli altri?

Rispondere alle domande onestamente

Poche persone sono al cento per cento oneste in un colloquio di lavoro. Dopo tutto, questa è l’occasione per promuovere se stessi, ma non è consigliabile accrescere in modo esponenziale le proprie caratteristiche. Si deve essere sempre in grado di sostenere ciò che si afferma.

Quando fare le domande

Un’intervista non si basa solo su una serie di risposte alle domande. Normalmente alla fine del colloquio, ti verrà chiesto se hai delle domande da fare relative al lavoro o all’azienda. Non fare domande sullo stipendio, ma mostrati interessato verso l’azienda e i suoi prodotti e/o servizi.

Come vestirsi
Come regola generale vestiti in base all’ambiente per il quale ti presenti. Per esempio, se ti presenti per un colloquio di lavoro in un albergo ed il persone veste in modo formale, segui lo stesso stile.

Evitare ogni forma di distrazione
Non solo farai una brutta impressione, ma ti perderai parti importanti della discussione e porrai delle domande inadeguate. Ovviamente dimenticati del cellulare.

Non mostrarsi né troppo fiduciosi né troppo nervosi.
Se appaiono troppo nervoso penseranno che non siete abbastanza sicuri di fare il lavoro. Un’eccessiva sicurezza potrebbe inficiare il lavoro di squadra. Se si è consapevoli di non gestire bene il nervosismo, si può ricorrere al supporto di un coach.

Informarsi preventivamente sull’azienda
Presentarsi a un colloquio di lavoro, privi di informazioni rispetto all’azienda per la quale ci si candida dimostra scarso interesse ed intraprendenza.

Parlare a frasi fatte e non mostrare alcuna debolezza
La sincerità responsabile che non genera nell’auto mortificazione è sempre un elemento vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *