Cairo. Il segugio digitale

CAIROIl Dipartimento della Difesa degli Usa finanzia con 60mila dollari il progetto di ricerca biennale denominato “Cairo” dell’Università di Udine.

Cairo, esaustivamente e simpaticamente descritto dallo stesso ateneo friulano come un “segugio digitale” è un sistema informatico in grado di rilevare e tracciare la presenza di oggetti nello spazio e nel tempo (target tracking),  identificando le loro intenzioni e prevedendo la loro destinazione finale.

Lo sviluppo di un sistema di nuova generazione utilizzabile con sensori di vario genere – videocamere, radar, sonar, laser, microscopi – applicabile in molti campi.

Fra questi particolarmente interessante è l’uso di Cairo nel tracciato delle cellule tumorali come spiega il sito della stessa università,  in campo medico sarà possibile, attraverso il tracciato, sarà possibile prevedere “i comportamenti tipici di una popolazione di cellule tumorali  (ad esempio migrazione, divisione, morte) abbinata al contesto in cui queste interagiscono”.  Il che permetterà di scegliere “dinamicamente il modello matematico migliore per descrivere la loro evoluzione”.

“Cairo” spiega  Lauro Snidaro coordinatore della ricerca “propone un approccio pioneristico al problema del tracciamento, applicando il processo della “fusione dei dati”. Ovvero la combinazione sinergica di diverse fondi di dati”.  L’obiettivo conclude Snidaro è migliorare gli algoritmi utilizzati in modo da ottenere risposte immediate.

Oltre alla medicina, Cairo  sarà applicabile nel campo della sicurezza, la logistica, la robotica, la visione artificiale e la fisica.

Cairo  – anagramma di Context Aware Intent Recognition – sarà realizzata nell’ambito del Laboratorio  di ricerca avanzata AViReS  del  Dipartimento di  Scienze Matematiche, informatiche e fisiche, dell’Università di Udine,  diretto da Gin Luca Foresti.

L’Office of Naval Research Global (ONR) finanziatore del progetto fa parte del Dipartimento della Difesa degli Usa.  Ente governativo,  nasce nel 1946 con lo scopo di “pianificare, perseguire ed incoraggiare la ricerca scientifica” affinché contribuisca alla salvaguardia della “sicurezza nazionale” (statunitense, ndr).

ONR forma scienziati, tecnologi e ingegneri che svolgono ricerca di base, sviluppo tecnologico e tecnologia avanzata.
Al interno l’ONR GLOBAL  offre programmi di finanziamento per ricerche nel campo delle discipline scientifiche, tecnologiche ed ingegneristiche, a livello internazionale con sedi sparse nel mondo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *