Bando Oréal-Unesco. Donne e scienze

donne-scienziateDonne e scienze un binomio da rafforzare non per capacità, ma per scelte culturali che fin dalla scuola secondaria, condizionano le donne, sebbene in questi ultimi vent’anni ci sia un cambio di tendenza.

L’Oréal-Unesco si impegnano ad incoraggiare le giovani donne ad esplorare il percorso scientifico e contribuire ad infrangere il tetto di cristallo che ostacola le donne scienziate, non solo ad intraprendere il percorso scientifico, ma a perseguirlo a lungo termine così da raggiungere posizioni dirigenziali e di leadership nelle scienze.

Il Bando per le Donne e la Scienza promosso da l’ORÉAL Italia, con la collaborazione della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO prevede l’assegnazione di 6 borse di studio a giovani e promettenti ricercatrici.

Un premio che celebra il contributo delle donne scienziate al progresso scientifico e alla società

Obiettivo del premio è favorire il perfezionamento della formazione professionale di ricercatrici attive nel campo delle Scienze della Vita e della Materia (Biologia, Chimica, Fisica), Ingegneria, Matematica e Informatica.

Le borse di studio, del valore di 20.000 euro l’una e della durata di 10 mesi, dovranno essere utilizzate per condurre un’attività di ricerca scientifica presso istituzioni di ricerca italiane che abbiano manifestato il proprio interesse allo svolgimento del progetto presentato.

Durata e destinatarie delle borse

Le borse di studio, della durata di 10 mesi lavorativi, dovranno essere utilizzate per
condurre un’attività di ricerca scientifica presso istituzioni di ricerca italiane che abbiano
manifestato il proprio interesse allo svolgimento dell’attività suddetta.

Le borse non sono destinate a persone che rivestano il ruolo di Ricercatore Universitario
o di altro Ente di Ricerca sia a tempo indeterminato, sia determinato, o che usufruiscano
di borse di studio, assegni di ricerca o contratti che scadano dopo il 31 ottobre 2017.

Requisiti per accedere al bando

a) laurea del vecchio ordinamento o laurea specialistica o magistrale conseguita in materie
attinenti o comunque collegate alle Scienze della Vita e della Materia, ivi incluse
Ingegneria, Matematica e Informatica o altro titolo di studio equivalente conseguito
all’Estero;

b) età inferiore o uguale a 35 anni alla data di scadenza del termine per la
presentazione delle domande 16 gennaio 2017;

c) conoscenza della lingua inglese;

d) assenza di condanne penali o di procedimenti penali in corso;

e) cittadinanza UE o permesso di soggiorno o di studio in Italia

Documentazione richiesta

a) il curriculum vitae, corredato da ogni titolo che ad avviso della richiedente possa servire
a comprovare la sua qualificazione in relazione all’attività di formazione proposta e
l’elenco completo di tutte le pubblicazioni, incluso anche l’IF (Impact Factor) attualizzato
all’anno in corso;

b) certificato di laurea italiana (con elenco completo delle votazioni) o di titolo di studio
equivalente conseguito all’Estero con elenco votazioni (anche autocertificato);

c) pubblicazioni in versione integrale da un minimo di 2 ad un massimo di 5 pubblicazioni
su riviste “peer reviewed” che la candidata ritiene di produrre ai fini dell’assegnazione
della borsa. Le pubblicazioni possono essere anche in forma di manoscritto, purché
definitivamente accettate per la stampa da riviste “peer reviewed”. In questo caso deve
essere allegata la lettera di accettazione editoriale. Non verranno considerate le
pubblicazioni “submitted” o “inviate a rivista”;

d) breve descrizione e titolo del programma di ricerca che si intende compiere (massimo
2 pagine) ed una sintesi di 200 parole da inserire sulla piattaforma;

e) indicazione del Dipartimento o Ente di svolgimento del programma di ricerca;
f) lettera di accettazione firmata dal Direttore del Dipartimento e dal Coordinatore del
Laboratorio di Ricerca in cui la candidata svolgerà il progetto qui sottoposto.

Scadenza

Le candidate interessate dovranno presentare la loro candidatura esclusivamente on-line
entro e non oltre il 16 gennaio 2017.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *