Alternanza day. Viverla e raccontarla

Il sistema Camerale italiano, per il secondo anno di seguito, si è fatto promotore dell‘Alternanza day. Si tratta di un’iniziativa per favorire l’alternanza scuola-lavoro, attraverso la costruzione di un network territoriale con gli istituti scolastici, il mondo delle imprese, gli enti pubblici e quelli del no profit.

Gli appuntamenti per l’edizione 2018  sono al momento terminati, ma il calendario è in progress.

Per percorso di alternanza scuola-lavoro si intende una metodologia didattica che permette ai discenti di integrare gli apprendimenti formali derivanti dalla didattica “ordinaria” con gli apprendimenti non formali ed informali con l’obiettivo di sviluppare autonomia e maggiori capacità di auto orientamento.

Nello specifico, l’iniziativa delle Camere di Commercio si riferisce a quella parte del percorso che vede gli studenti e le studentesse “on the job”, ossia coinvolti in progetti in accordo con strutture esterne, quali aziende, enti associativi….

L’iniziativa si  tiene in tutte le sedi camerali delle regioni che per l’occasione si  trasformano in agorà per lo sviluppo di una dialettica fra gli anelli di quella complicata catena di montaggio che è l’alternanza scuola lavoro. Dunque, una ri-unione fra i diversi istituti scolastici, i docenti, gli studenti e i rappresentanti delle imprese, i centri per l’Impiego, infine le Istituzioni.

L’unione fa la forza, è il caso di dirlo, affinché sia possibile implementare nei giovani studenti e studentesse la consapevolezza delle proprie scelte. Un momento di confronto durante il quale le Camere di Commercio presentano le iniziative e gli strumenti messi in atto per co-progettare insieme alle scuole percorsi di alternanza di qualità.

Come incentivo al progetto di coinvolgimento territoriale tra scuole e aziende, le camere di commercio hanno stabilito la possibilità per le strutture ospitante di ottenere un voucher; la domanda per il contributo può essere fatta a partire da giugno 2018 fino al 30 novembre 2018.

Inoltre, durante le giornate dell’Alternanza day si prevede una riflessione dedicata al RASL, Registro Nazionale per l’Alternanza, strumento utile per favorire l’incontro fra scuola e aziende che accolgono gli adolescenti in tirocinio curriculare. Un database dove è possibile da parte delle scuole, selezionare le strutture ospitanti più idonee al loro indirizzo e per le aziende di inserirsi come strutture ospitanti.

A fine di diffondere le buone pratiche di alternanza, presso ogni sede provinciale, sarà assegnato il premio Storie di Alternanza, un premio che vuole valorizzare i migliori progetti di alternanza. I premi sono sia a livello provinciale che nazionale.

La prossima competizione nazionale (Sessione II semestre 2018 e I Semestre 2019) è rivolta agli studenti e studentesse degli istituti secondari di secondo grado che, insieme ai tutor,  sono invitati a raccontare la propria esperienza di alternanza attraverso l’impiego di una forma di narrazione, film, video, testo giornalistico, un qualsiasi linguaggio purché rappresenti al meglio la propria esperienza vissuta su quel ponte form-attivo che vuole congiungere il mondo della scuola al  lavoro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *