Paola de Gregorio: arte e solidarietà

La scultrice Paola de Gregorio e una sua opera

La scultrice Paola de Gregorio e una sua opera

La scultrice romana, Paola de Gregorio esporrà le sue opere,  alcune inedite, nella mostra monografica “Svelati Maria”, dal 16 al 24 aprile 2016, al Complesso di Sant’Andrea al Quirinale – Teatro dei Dioscuri di Roma.
L’esposizione che fa parte dell’iniziativa artistica “Giubileo degli artisti dal Volga al Tevere“, presenta una particolarità di rilievo.  Infatti, il 18 aprile 2016, grazie all’Associazione Museum, che ha organizzato questa giornata speciale, i non vedenti potranno visitare la mostra, conoscere le opere attraverso il tatto, che gli saranno illustrate dalla stessa Paola de Gregorio.

L’Associazione Museum fondata nel 1994, è un Associazione formata da volontari, che si pongono la finalità di divulgare e permettere di fruire il grande patrimonio italiano ai disabili,  categoria di cittadini, quest’ultima che ancora oggi ha difficoltà    ad usufruirne.
Consociata con l’E.I.S.S. (Scuola Superiore di Servizi Sociali) e con l’U.I.C. (Unione Italiana Ciechi) convenzionata col Comune di Roma, Sovrintendenza Beni Culturali, e i principali Musei di Roma,  l’Associazione Museum, oltre a organizzare visite guidate nei Musei, tattili  per non vedenti e ipovedenti,  didattiche per disabili motori, redige e fornisce materiale informativo consono, per gli itinerari culturali utilizzabili anche da terzi.

Un particolare della scultura "Via Crucis"

Un particolare della scultura “Via Crucis”

L’arte di Paola de Gregorio si contraddistingue per la sua attenzione nei confronti della

Scultura lignea

Scultura lignea

donna, spesso oggetto delle sue sculture e dell’arte sacra, nell’ambito della quale si distacca,  per il suo apporto  al rinnovamento dell’iconografia religiosa.
Romana di nascita, dopo aver frequentato l’Accademia delle Belle Arti, per approfondire l’anatomia e la fisiologia si è laureata in Scienze Biologiche.
Scultrice fin dalla giovane età, realizza opere di scultura con varie tecniche, dal bassorilievo al tuttotondo, usando il legno, il bronzo, il cemento, la terracotta, non trascurando i materiali riciclati.
Paola de Gregorio ha esposto, nel corso della sua carriera in numerose personali sia in Italia sia all’estero. Le sue opere, oltre ad appartenere a collezioni private,  sono esposte  al Museo Dantesco di Ravenna, all’ Università Gregoriana di Roma, a Castello dell’’Aquila  e al Museo Gulbenkian di Lisbona.

 

Per eventuali prenotazioni per la visita del 18 aprile 2016:  http://www.disabilivisivi.it/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.