Odradek. Un quartiere si mobilita per salvare la propria libreria

Parlando di nuovi modelli di business, il crowdfunding è sicuramente un esempio da considerare; un movimento finanziario che parte “dal basso” per sostenere idee e progetti che una comunità ritiene validi e utili per la propria esistenza. Una raccolta di fondi collettiva che è nata in modo naturale nella nostra vituperata capitale. Ecco la storia della libreria Odradek nel cuore di Roma.

“Non avevo mai visto una cosa simile”. È emozionato Davide Vender. La sua libreria è quasi salva. Strangolata dagli interessi dei grandi distributori, e da una crisi in un settore  – quello dell’editoria – difficile in Italia, Davide e il suo socio hanno deciso di lanciare una raccolta fondi per salvare la libreria Odrarek, una delle più antiche nel cuore di Roma, in via dei Banchi Vecchi, rione Ponte.

Odradek

foto di Claudio Testa (da Flickr)

“Dal 2007 ad oggi, in concomitanza con l’inizio della crisi avevamo accumulato un debito di quasi 17.000 euro – racconta Davide – Così abbiamo deciso di puntare sulla nostra comunità di lettori”.
L’idea è semplice: “Non abbiamo fatto appelli alla società civile (qui ognuno pensa a se stesso), né li abbiamo fatti alle istituzioni (figurati se pensavano a noi) – continua il libraio – Ci siamo rivolti direttamente ai nostri lettori”.

In poco più di due mesi sono arrivate persone direttamente in libreria, portando donazioni secondo le proprie possibilità: chi 20, chi 50, chi 100 euro. In più, dal 29 maggio 2017 è partita una campagna di crowdfunding per la raccolta fondi online.

“La reazione è stata pazzesca: in libreria abbiamo raccolto oltre 11.900mila euro, online oltre 3.000. In totale abbiamo smosso oltre 160 donatori. Insomma, obiettivo quasi raggiunto!”, sorride. Ma Davide non si ferma qui. “La cosa interessante è che la nostra esperienza può essere un esempio per tutto il centro storico, un traino per tutta la città. Questa città è devastata, soprattutto il centro storico. Qui in giro ci sono solo pizzerie che con 5 euro ti danno tutto. Volevamo ribadire il concetto che la libreria è un Bene Comune. Dalla nostra esperienza può partire una rinascita per la città stessa!”.

Alla raccolta fondi hanno partecipato tutti, ma proprio tutti gli abitanti del quartiere: dal maestro Flavio al giardiniere Massimo, da Paola, impiegata, a Mariateresa, pensionata. Ma ancora architetti, operai, restauratori, lettrici e medici. “La libreria è quasi salva – conclude Davide – Ma siamo solo all’inizio”.

Per chi desidera partecipare alla raccolta fondi della storica libreria Odradek: adottiamo-odradek-la-libreria-di-roma

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *