Un’italiana fra i finalisti dell’European Press Prize

Francesca BorriPer la prima volta un cittadino italiano è entrato nella rosa dei finalisti del premio European Press Prize’, il più importante premio europeo per il giornalismo.

 Si tratta di Francesca Borri, nata a Bari nel 1980, che ha conquistato l’importante posizione per un suo reportage sulle Maldive e pubblicato in vari paesi e in Italia dal periodico Internazionale.

Il reportage della Borri ci racconta dei jihadisti che vivono alle Maldive, paese musulmano non arabo con il più alto tasso di foreign fighters, pro capite.

Inoltre, c’informa la Borri nella sua inchiesta, le Maldive, pur essendo un paese turistico per eccellenza, è dilaniato dalla povertà, dalla grande diffusione dell’eroina, dalle bande criminali, mentre la classe dirigente affonda tra corruzione e clientelismo.

Il Premio e le sue categorie

L’European Press Prize è stato istituito nel 2012, da una Fondazione costituita da 7 grandi media europei. Ha sede in Amsterdam.  Attuale presidente della Fondazione è Peter Preston, per 20 anni direttore del quotidiano britannico The Guardian di Londra e ora direttore della Fondazione omonima.  La giuria del Premio è presieduta da Sir Harold Evans ex direttore dell’ altrettanto britannico Sunday Times.

Il premio si rivolge al giornalismo dei 47 Paesi d’Europa ed è suddiviso nelle seguenti 4 categorie:

Investigative Report Award: categoria che premia lo sforzo individuale o di squadra che ha fatto conoscere notizie e fatti che i lettori hanno “il diritto di sapere”;
Distinguished Award Report: premio destinato al reportage che si distingue per “la scrittura illuminante con cui sono state trattate questioni vitali riguardanti la propria patria l’estero”;
Commentator Award: premio per il commentatore, giornalista o editore il cui lavoro ha avuto “un impatto decisivo”;
Innovation Award: rivolto “all’idea di presentazione”, ovvero espressa con termini o tecnica editoriale che fornisce un “contributo per il giornalismo del futuro”.

Dal 2013 la giuria è autorizzata ad assegnare un premio speciale.

Le candidature e la cerimonia di premiazione

Le candidature sono presentate dal 1° di novembre al mese di dicembre di ogni anno. Gli elenchi dei candidati vengono annunciati a Febbraio.
Il premio prevede per ogni categoria un riconoscimento di 10mila euro.
L’annuncio dei vincitori e la cerimonia di premiazione è avvenuta, dall’anno della sua fondazione, ad Amsterdam (2013), Londra (2014), Copenhagen (2015) e Praga (2016).

L’edizione del 2017 avverrà nuovamente ad Amsterdam il prossimo 20 aprile.

Francesca Borri concorre nella categoria “Distinguished Award Report”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *