Fotogiornalismo. A Roma il World Press, a Milano il Pulitzer

Due importanti mostre fotografiche ospitate da Roma e da Milano, presentano i vincitori dei prestigiosi premi di fotogiornalismo.

Roma

Dal 25 aprile al 26 maggio 2019 al Palazzo delle Esposizione  ha luogo la 62° edizione del World Press Photo, ideata dall’omonima fondazione di Amsterdam, in collaborazione con Speciale Palaespo e 10b Photography e promossa da Roma Capitale.  Esposte, in prima mondiale,  le 140 foto finaliste del concorso internazionale nato nel 1955.

Vincitore dell’edizione 2019 è lo statunitense, John Moore, con la famosa fotografia Crying Girl on the Border, scattata il 12 giugno 2018 a McAllen in Texas. Ritrae la bambina honduregna, Yanela Sanchez, che piange, mentre con la madre, Sandra, è arrestata dagli agenti della polizia di frontiera statunitense.  John Moore, corrispondente per Getty Images, dopo aver lavorato in 65 Paesi diversi, nel 2008 è tornato a vivere stabilmente in Texas per documentare le immigrazioni e le questioni di confine tra gli Usa e il Messico.

Le carovane dei migranti dirette verso gli Usa e che fuggono da El Salvador, dall’ Honduras e dal Guatemala (America Centrale) a causa delle sopraffazioni e delle violenze delle bande criminali sempre più potenti – non sono un fenomeno recente ma soltanto nell’ultimo anno hanno richiamato l’attenzione mediatica internazionale per via del presidente Usa, Donald Trump che ne ha fatto e ne fa uso costante di propaganda.  Un uso spregiudicato  ma che ha avuto il merito di riportare in prima pagina il problema della violenza dell’America Centrale che rende invivibili interi Paesi.

E, infatti, torna il tema delle carovane con la fotografia vincitrice della prima edizione della sezione World Press Photo Story of the Year, assegnato all’olandese Pieter ten Hoopen con il progetto The Migrant Caravan, con il quale ha documentato, nell’autunno 2018, la più grande carovana della storia recente, formata da oltre 7mila persone, delle quali 2300 bambini, secondo le stime dell’Onu.

Tra i vincitori anche gli italiani Marco Gualazzini e Lorenzo Tugnoli, entrambi corrispondenti dell’agenzia Contrasto. Il primo è arrivato al primo posto nella categoria Environment- Stories con il progetto The Lake Chad Crisi, mentre il secondo si è aggiudicato la categoria General News-Stories con il progetto Yemen Crisis.

I premi sono stati assegnati durante la cerimonia che si è svolta ad Amsterdam, l’11 aprile 2019. Il concorso ha visto la partecipazione di 4.783 fotografi di 129 Paesi; le immagini selezionate sono state quasi 80mila e 43 il numero dei fotografi, tra finalisti e candidati.

Sul sito World Press Photo ,si possono trovare tutte le fotografie premiate.

Milano

E se Lorenzo Tugnoli è stato sconfitto nella sezione maggiore dall’ olandese ten Hoopen, non ha avuto rivali per il Premio Pulitzer Fotografia, primo italiano ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento e le cui foto saranno presenti nel vernissage milanese nell’ambito del Festival dei Diritti Umani.

Traces of lights è il titolo della mostra  che dal 2 al 4 maggio 2019, presso la Triennale, presenterà gli scatti di Tugnoli  e del fotografo spagnolo Diego Ibarra Sanchez, che  racconteranno la crisi dei rifugiati siriani in Libano.

Sono circa 2 milioni i rifugiati siriani, su una popolazione locale di sei, sparsi nei vari campi profughi. Gli scatti di Tugnoli riportano la quotidianità di un quartiere di Beirut, Naba’a,  quelli di  Ibarra mostrano l’attenzione dei siriani a mantenere la propria dignità, nonostante le difficili condizioni nelle quali vivono:  un’alternarsi di ”luce e tenebra”, come raccontano gli organizzatori della mostra.

A cura di Lorenzo Brogioni l’esposizione milanese è organizzata dal Festival dei Diritti Umani in collaborazione con WeWorld Onlus, l’organizzazione italiana indipendente presente in 29 Paesi.

 

 

Fotografie dall’alto.  Roma Premio World Press: 3) scatto vincitore del World Press, by John Moore; 5) sezione ‘World Press Photo Story of the Year’, by Pieter ten Hoopen;6) sezione ‘Environment- Stories’, by Marco Gualazzini; 7) sezione  ‘General News-Stories’, by Lorenzo Tugnoli. Premio Pulitzer a Milano 8- 9) foto vincitrice del premio by Lorenzo Tugnoli; 9) Diego Ibarra Sànchez.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.