Concerto per un’Europa Sostenibile

Grande concerto dell’ European Union Youth Orchestra (Euyo) all’Auditorium Parco della Musica a Roma il 21 maggio 2019 dedicato all’Europa Sostenibile, con la partecipazione dell’artista Michelangelo Pistoletto che proporrà la sua opera, il Terzo Paradiso, ispirata agli obiettivi dello sviluppo sostenibile.

In concomitanza con l’inaugurazione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, l’ ensemble di Archi dell’Euyo rappresenterà il momento simbolico del concerto per richiamare l’attenzione sulle sfide economiche, sociali, ambientali e istituzionali (i 4 pilastri dell’Agenda 2030) che l’Europa dovrà affrontare nei prossimi anni.

Terzo Paradiso è il manifesto redatto da Pistoletto nel 2003 che ne ha disegnato il simbolo: l’elaborazione dell’8 orizzontale, il segno matematico d’infinito.  Ai 2 cerchi attigui, che assumono il significato di 2 poli opposti – natura e artificio -, l’artista ne ha inserito un terzo centrale a rappresentare il grembo generativo di un’ umanità nuova, cosciente e consapevole al punto da portare la società a superare l’attuale conflitto tra i 2 opposti, giungendo, dunque al Terzo Paradiso.

L’Orchestra

L’Euyo è formata dai giovani musicisti – dai 16 anni in su – frutto della selezione dei talenti dei 28 Stati membri. Dalla sua fondazione sono stati oltre 3000 i giovani  passati attraverso il rigoroso processo annuale di audizione dell’orchestra e molti, oggi,  sono affermati musicisti, solisti e/o strumentisti che lavorano con le principali orchestre del mondo, tra cui la   Londra Symphony Orchestra , la Berliner Philharmoniker  e la Boston Symphony Orchestra.

Fondata a Londra nel 1976 dal compianto direttore Claudio Abbato, nel 2014 l’Orchestra ha avviato un nuovo programma di partnership, il Towards 2020, formato da 11 organizzazioni culturali e commerciali di 10 Paesi dell’UE e da 35 organizzazioni associate europee ed extra europee – come quelle del Brasile, della Cina e dell’India – cofinanziato dai fondi europei per cultura.

Nel 2016 l’Orchestra ha annunciato che avrebbe posto fine alle sue attività per mancanza di futuri finanziamenti dell’Unione.  La notizia destò scalpore, sollecitando l’impegno di nomi celebri come i maestri come Antonio Pappano, Gustavo Dudamel e Daniel Barenboim che sottoscrissero una dichiarazione rivolta alle istituzioni europee affinché raccogliessero i fondi necessari per la sopravvivenza dell’orchestra.

Presto la sede in Italia?

Tutt’ora la sede dell’Orchestra, con la direzione del maestro Truls Mork, è Londra. Ma in un articolo pubblicato sul The Guardian nell’ottobre 2017,  l’Euyo Orchestra annunciava che, in seguito alla Brexit, si sarebbe trasferirsi da Londra in Italia. “Non ha senso”  dichiarò, allora,  l’amministratore, Marshall Marcus, “chiedere un finanziamento UE e non essere nell’UE”.

L’esecuzione del Concerto per un’Europa Sostenibile sarà trasmessa in diretta, dalle h. 21, da Radio Rai 3.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.