Dodo vola sul cielo dei giovani europei

Dodo giovani europeiL’Europa e i giovani, un rapporto che sembra funzionare rispetto ai programmi formativo-professionali e di ricerca che da decenni sono stati istituiti dalle istituzioni europee, tra cui svetta trionfante, il rinomato Erasmus,

E proprio per i giovani nasce la rivista digitale Dodo che coincide con la festa dell’Europa che ricorre ogni 9 maggio, con la quale si evoca la Dichiarazione Schuman con il ministro degli esteri francese, proponeva la creazione di una Comunità europea del carbone e dell’acciaio, elementi sostanziale dell’economia europea degli anni 50.

Una rivista che è rivolta sia a coloro che si occupano di politiche giovanili, sia a ricercatori, studiosi, operatori che si occupano di questioni giovanili, ma non solo. Dato gli argomenti strettamente collegati a questioni inerenti ai giovani, può rappresentare una fonte di informazione per i diretti interessati che con le loro esperienze e formazioni potrebbero contribuire a rendere Dodo, un ponte di comunicazione, di scambio e di conoscenza intergenerazionale.

Leggiamo nel primo numero: “Ci piacerebbe che la rivista fosse letta anche da tutti/e i/e le giovani interessati/e a contribuire allo sviluppo delle proprie comunità attraverso la diretta partecipazione ed il costante impegno: uno strumento che possa ampliare le necessarie conoscenze affinché la loro dedizione sia un mezzo capace di far progredire la propria collettività con un’ottica aperta alla società globale

Nel primo numero, l’intervista a Tibor Navracsics Commissario europeo per la gioventù. Rubriche su “Giovani e Cittadinanza”; “Giovani e  Rappresentanza” e “Giovani e PA_rtecipazione, rassegne su progetti internazionali di ricerca rivolti ai giovani, incontri e sondaggi sulle politiche e condizioni giovanili a livello mondiale, tra cui il programma Passport to Success® dell’International Youth Foundation, un curriculum a livello internazionale delle cosiddette “life skills“, ossia delle competenze per la vita.

Come cittadini europei d’Italia e, parlando di giovani, non possiamo non ricordare una giovane di cui oggi ricorre il ventennale della sua morte, Marta Russo, che trovò la fine dei suoi giorni, proprio nei viali di un’università.

Dodo avrà una cadenza trimestrale e si può scaricare gratuitamente. Direttore responsabile, Fabrizio Todde, direttore di Eurodesk Italy.

Dunque dall'”Era glaciale“, il famigerato film di animazione che riportò “in vita” l’uccello estinto, a rivista all’avanguardia per i giovani.

La rivista è pubblicata da Eurodesk Italy con il supporto della Regione Autonoma della Sardegna – Direzione generale per la comunicazione, Servizio comunicazione istituzionale, trasparenza e coordinamento rete Urp e archivi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *