Break up- L’uomo dei cinque palloni e “Tutti a casa”

chiude-la-73-mostra-del-cinema-di-veneziaAveva aperto con una pellicola restaurata la 73° Mostra del Cinema di Venezia e allo stesso modo chiude. Si tratta deI film “Break Up – L’uomo dei cinque palloni” di Marco Ferrari, una produzione italo-francese girato dal 1963 al 67, che vince il premio al miglior film restaurato. Il film è stato presentato alla Mostra dalla Cineteca di Bologna e dal Museo Nazionale del Cinema di Torino. Il restauro della versione integrale del film è stato  realizzato presso il laboratorio della Cineteca di Bologna.

Tra i premiati si è distinto “Heartstone”, opera prima del regista Gudmundur Arnar Gudmundsson e prima volta di un film islandese presentato alla Mostra di Venezia. Molto apprezzata, la pellicola islandese ha vinto il Queer Lion, il premio LGBT nell’ambito della Mostra, giunto alla sua 10ma edizione. Film di formazione, il riconoscimento si deve alla “estrema delicatezza nel raccontare il difficile ‘coming of age’ di due giovanissimi e fraterni amici, mostrando le difficoltà di accettare sentimenti e passioni omosessuali. Per la rappresentazione efficace del conflitto interiore che separa e poi riunisce i due protagonisti, ambientando questa straordinaria storia in un contesto naturale tanto bello quanto duro e crudele”, come spiega la motivazione del premio.

Di seguito riportiamo i  premi maggiori assegnati alla Mostra il 9 settembre 2016, giorno della  sua conclusione:

Leone d’oro : al film The woman who left  del regista filippino Lav Diaz;

Leone d’argento per la migliore regia: ex aequo a Amat Escalante per il film La Region Salvaje (The Untamed) e a Andrei Konchalovsky per il film Paradise.

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile:  Emma Stone nel film La La Land di Damien Chazelle (Usa);

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Oscar Martinez nel film El Ciudadano ilustre di Mariano Cohn e Gaston Duprat (Argentino, Spagna);

Miglior sceneggiatura a Noah Oppenheim (Jackie)

Premio Orizzonti per il miglior film:  Liberami di Federica Di Giacomo (Italia, Francia);

Gran Premio della giuria: Nocturnal Animals film di Tom Ford (Usa);

Premio speciale della giuria: The Bad Batch film di Ana Lily Amirpur (Usa);

Premio Marcello Mastroianni a un attore o attrice emergente:  Paula Beer nel film Frantz di Francois Ozon (Francia).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *