Bra fitting. Sotto il vestito la perfezione

Non posso dire che il reggiseno cambierà il mondo come il battello a vapore del mio antenato, ma quasi (Mary Phelps Jacob)

Una storia lunga un secolo di estetica e funzionalità

Il reggiseno è il capo più vicino al corpo femminile: se messo in risalto nel giusto modo si fa notare e ci fa apparire anche più belle! Dati  ci dicono che la taglia del seno cambia almeno 7 volte nella vita e in poche sanno che indossare un reggiseno sbagliato può essere causa di stress e portare problemi di salute.

3rd November 1914:  A copy of the first patent for the brassiere, filed on 12th February 1914, by Mary P Jacob.  (Photo by Hulton Archive/Getty Images)

Novembre 1914: copia del primo brevetto di reggiseno di Mary P.Jacob. (Foto di Hulton Archive/Getty Images)

Nel 1907, il reggiseno compare per la prima volta sulla rivista Vogue e viene poi brevettato nel 1914, quando una giovane ereditiera americana, Mary Phelps Jacob, modificò il suo corsetto con fasce per neonato per non farlo spuntare fuori dal vestito.

Da allora il suo boom è stato inevitabile e una dopo l’altra, sono spuntate tecniche sempre più innovative per sorreggere il seno e dargli risalto, in modo il più comodo possibile.

A 100 anni dalla nascita del primo reggiseno continua la sua evoluzione ed è così che continua la ricerca di nuove fantasie, forme, tessuti e materiali utilizzati per il comfort e la bellezza delle donne e, perché no, per la gioia degli occhi dei maschietti!

Il reggiseno nel corso della storia ha svolto funzioni non solo estetiche ma anche correttive e di supporto per le donne. Una particolare attenzione è rivolta a tipologie di reggiseni dedicati all’ allattamento, lo sport, le degenze post-operatorie in cui la conformazione del seno cambia o subisce particolari stress.

Può essere destinato inoltre a correggere quelle situazioni in cui il seno è reputato essere troppo piccolo, mediante il cosiddetto reggiseno push up: Infatti, alcuni reggiseni contengono imbottiture di materiale espanso (neoprene), gel di silicone o olio che, posizionate sotto il lato inferiore della coppa, la riempiono spingendo verso l’alto.

La “cultura del seno” è particolarmente vivace in Inghilterra, Stati Uniti e Australia. Ed è proprio negli Usa che inizia a farsi strada un nuovo concetto a ridosso degli anni 2000.  I mall (i grandi magazzini americani) iniziano a sensibilizzare la clientela femminile sull’importanza dell’indossare la corretta taglia di reggiseno. Siamo agli albori del Bra Fitter.

Per definizione il bra fitting (lett. “adattamento del reggiseno”) è un metodo di misurazione, comparazione e controllo usato nell’artigianato, industria e commercio dell’abbigliamento intimo.

Pioniera è stata la Jockey International, un’azienda storica di lingerie – nata nel 1876 – che iniziò a specializzarsi in modelli di reggiseno estremamente dettagliati. Attualmente conta con 55 formati diversi. L‘azienda ha inventato inoltre un  kit a prova  di errore che permette di scoprire la taglia giusta, composto di una coppa  di plastica regolabile e un nastro per misurare il torace.

La precisione e la formazione in questo campo sono essenziali, tanto è che in Inghilterra è da anni attivo con successo un corso di Bra Fitting, il Masters Research Degree in Bra Design and Manufacture by Lindsey Brown.

reggiseni bianchi e neriBra Fitter: l’assistente personale

Il servizio Bra fitter offre alla clientela nei reparti di biancheria intima dei grandi magazzini  una addetta, assistente o consulente alla vendita opportunamente formata, chiamata bra fitter.

Le operazioni di bra fitting vengono effettuate di norma in apposite aree dedicate, camerini di prova dotati di specchi a tutta altezza, luci, sedute, tenda scorrevole o porta a tutela della privacy della cliente.

Il servizio di bra fitting si articola nel seguente modo: misurazione della circonferenza sottoseno (abbreviata c.s.s. o c.t.) e della circonferenza seno (c.s.); individuazione dell’intervallo taglie, mediante comparazione con apposite tabelle; individuazione della tipologia anatomica di seno; valutazione delle richieste ed esigenze della cliente; selezione del capo di abbigliamento intimo (reggiseno, corsetto o costume da bagno) più adatto per misura, tipologia ed occasione d’uso; prova dell’indumento; verifica della taglia e della vestibilità.

bra fitt foto inizialeDa Londra approda a Roma la tecnica per trovare forma e taglia giusta

Un servizio di bra fitting figlio della multiculturalità approda in Italia. Due imprenditrici polacche, Joanna Grunt e Patrycja Lewincka, innamorate dell’Italia e della lingerie, dopo un illuminante viaggio a Londra che le porta a seguire il corso di Bra Fitting, aprono a Roma la prima boutique dedicata al Bra Fitting, di nome Pati Jò.

Entrando in questo  vero e proprio showroom nel centro della capitale vengo accolta dalle deliziose titolari in procinto di partire per l’importante Salon International de la Lingerie che si tiene a Parigi. Il racconto della loro storia è suggestivo e stimolante per chiunque desideri percorrere il cammino dell’autoimprenditoria. I loro modelli raggiungono più di  200 tipi , in un tripudio di raso, pizzi, merletti, colori e tanti modelli altamente femminile e alla moda, come il longline bra (un reggiseno che comprende anche un corsetto) che continuerà ad essere il trend del 2016.

Mi spiegano con abbondanza di dettagli il processo della vestibilità. Alle clienti vengono prese le misure della circonferenza del torace per stabilire la taglia di sotto-seno e di coppa secondo specifiche tecniche professionali  e apposite tabelle.

A seguire viene identificata la tipologia anatomica del seno e le clienti vengono formate alle giuste tecniche di “gestione” del bra fitting: come indossare correttamente il reggiseno a seconda dell’abito, come lavarlo e riporlo.

Nel 2015 Pati e Jò, vincono il prestigioso premio MoneyGram Award (premio dedicato ai migliori imprenditori stranieri in Italia) per la categoria “Innovazione”, segno di quanto sia creativa e funzionale l’idea del bra fitting.

Dunque anche in Italia la rivoluzione si sta attuando, non più le donne che si adattano a reggiseni standard che poco gratificano il corpo femminile,  ma il processo inverso: un reggiseno veramente su misura che permette a ogni forma di essere valorizzata in modo naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.