Perché i 30 anni del World Wide Web sono una festa anche italiana, anzi cagliaritana

Il 12 marzo del 1989 l’ingegnere britannico Tim Berners-Lee presentò al CERN di Ginevra il documento Information Management, a Proposal, ovverosia il progetto del software che permetteva la condivisione universale dei documenti in formato elettronico, dando vita a quello che noi oggi conosciamo come WWW che sta per World Wide Web.

E oggi, 12 marzo 2019,  il CERN ha festeggiato i 30 anni di questo rimarchevole anniversario nella sua sede svizzera e trasmettendo la cerimonia in diretta, naturalmente attraverso il web, dal proprio sito.

Alla celebrazione sono intervenuti anche Pietro Zanarini, Andrea Mameli e Luigi Filippini, tutti nomi legati nel passato e/o nel presente al CRS4 (Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna) e non è un caso.

Fu proprio il CRS4 nell’agosto del 1993 che mise in rete il primo sito web italiano, per opera di Luigi Filippini, all’epoca coordinatore del gruppo del CRS4; seguì, nel 1994, Reinier van Kleij, ai tempi system manager dell’Unione Sarda, che collaborando con il CRS4, pubblicò il giornale che divenne il primo quotidiano europeo on line; mentre l’anno seguente, Luca Manunza dal Centro sardo dava vita alla prima web mail del nostro Paese e Ivan Marcialis era tra i curatori del sito web del Liceo Scientifico Alberti di Cagliari, facendo dell’ Istituto la prima scuola italiana a gestire un proprio server.  Oggi Marcialis  è ricercatore al CRS4.

Dunque il trentennale di WWW non può non essere festeggiato anche dal CRS4 che da Cagliari alle ore 16 del 12 marzo, in diretta Facebook dialogherà con il pubblico, ripercorrendo quegli anni pionieristici e di conquista di primati.  La trasmissione andrà in streaming dagli studi di RadioX di Cagliari, ideata da Sergio Benoni   nel 1995diventando così la prima webradio europea.

Dunque possiamo ben dire, e senza essere accusati di campanilismo nazionale, che i 30 anni del World Wide Web parlano anche italiano, anzi per essere più precisi, parlano cagliaritano. E ne andiamo fieri.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.