Premio Nobel 2016. Arrivederci al prossimo anno

il-presidende-della-colombia-con-la-medaglia-e-il-diplomaA Stoccolma e a Oslo il 10 dicembre 2016  è avvenuta la consegna dei premi Nobel.

Nella sala Konserthus di Stoccolma le onorificenze sono state consegnate, come da tradizione dal re di Svezia, Carlo XVI Gustavo.  A ogni vincitore è stata donata una medaglia e un diploma, oltre a 8 milioni di corone corrispondenti a 818mila euro. La premiazione è stata seguita dal consueto banchetto presso il Salone azzurro del municipio di Stoccolma, al quale hanno partecipato i reali e i vincitori del Nobel, con cui si è concluso l’evento.

Nonostante le polemiche suscitate dal comportamento recalcitrante dei mesi scorsi di Bob Dylan nei confronti del Nobel assegnatogli per la letteratura – e alla sua assenza alla cerimonia (al suo posto ha inviato la collega Patty Smith) a causa di “impegni presi precedentemente”, la citazione del suo nome ha ricevuto una standing ovation.  Tuttavia il protocollo del premio prevede che per ritirare il riconoscimento, il vincitore debba, entro i 6 mesi successivi all’assegnazione, tenere una lectio magistralis.  Si prevede, quindi, che accadrà nella prossima primavera, quando il cantautore statunitense si recherà nella capitale svedese per un concerto.

Da segnalare infine la cerimonia di Oslo, durante la quale è stato assegnato il Nobel per la pace al Presidente della Colombia, Juan Manuel Santos (nella foto in alto, appena ricevuto  il diploma e la medaglia),  che l’ha definito un “regalo caduto dal cielo” e che è “come il vento in poppa che ci ha spinti ad arrivare alla destinazione: il porto della pace”.

aggiornamento: 10 dicembre 2016, h. 20,15

Arrivederci al 10 dicembre

Dal 3 al 13 ottobre 2016  la Reale Accademia delle Scienze e il Comitato norvegese hanno nominato i vincitori dei premi Nobel. Le cerimonie di premiazione avverranno a Stoccolma e a Oslo il prossimo 10 dicembre.

Riportiamo di seguito il timeline delle assegnazioni, la storia e le modalità del Premio.

aggiornamento: 14 ottobre 2016, h. 21.00

Nobel per la letteratura 2016

bob-dylan-vincitore-del-premio-nobel-per-la-letteratura-2016Il premio Nobel per la letteratura per il 2016 viene assegnato a Bob Dylan “per aver creato nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione della canzone americana.”

Nel 2008 aveva conquistato il Pulitzer per “il potere poetico delle sue canzoni”, primo musicista rock a essere insignito di un premio di solito conferito ai protagonisti della letteratura.

Nato Robert Allen Zimmerman a Duluth (USA) il 24 maggio del 1941, esponente della controcultura americana e protagonista del “movement”,  (movimento di protesta degli anni ’60 del Novecento), i suoi testi sono fortemente influenzate dalla letteratura e storia del Nord America e, nella loro composizione, Dylan ha saputo affrontare in modo innovativo – da cui il Nobel – i temi politici, sociali e fisofici a lui cari.

ultimo aggiornamento: 13 ottobre 2016, h. 14,15

 Premio Sveriges Riksbank Prize in Economia

premio-nobel-economiaIl Premio Sveriges Riksbank Prize in Scienze Economiche in memoria di Alfred Nobel è stato consegnato congiuntamente al britannico Oliver Hart  (nella foto accanto, a sinistra) e al finlandese Bengt Holmström per il loro contributo alla teoria del contratto.

Nella teoria dei contratti i due economosti hanno sviluppato un sistema che permette, fra l’altro di analizzare il funzionamento delle retribuzioni  dei  top manager in proporzione  ai risultati che ottengono, delle franchigie e delle quote a carico dell’assicurato nei contratti con le compagnie di assicurazione e delle privatizzazioni di attività statali.

Un tema socio-economico particolarmente delicato. Una profonda analisti sui rapporti contrattuali che definiscono la nostra società: dalle privatizzazioni nel settore pubblico, agli stipendi dei manager, per arrivare ad una struttura più equilibrata per attenuare i conflitti di interesse. Una geometria delicata sulle relazioni contrattuali e finanziarie, tra i cui punti, la premiazione dei dipendenti, i quali, se privi di scrupoli, possono ricorrere al “free riding”, ossia prendersi i meriti degli altri, sfruttando il lavoro altrui.

“La mia prima reazione è stata quella di abbracciare mia moglie, svegliare mio figlio che era fuori per il weekend e parlare con il mio compagno Bengt che è mio amico, un grande amico”.
“Come finlandese, appartenente alla minoranza svedese, per me il Premio Nobel assume un significato speciale; Stoccolma è la mia seconda città” dichiara Bengt Holmström per li quale la ricerca è un viaggio nel quale bisogna prestare attenzione ai minimi particolari.

ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2016, h. 19,00 

 Nobel per la pace 2016

juan-manuel-santos-sostiene-che-si-battera-per-la-pace-fino-allultimo-momento-del-suo-mandato7 0ttobre 2016 il Comitato norvegese assegna il Premio Nobel per la pace al Presidente della Colombia, Juan Manuel Santos (nella foto accanto), per i suoi sforzi nel portare a termine il conflitto nazionale con il movimento guerrigliero delle Farc, durato 52 anni.

Il Comitato norvegese nel comunicato ha scritto fra l’altro: ”Il premio deve essere visto come omaggio al popolo colombiano che, nonostante grandi difficoltà e abusi, non ha mai perso la speranza di una pace giusta e, a tutte le parti che hanno contribuito al processo di pace”.

Il premio a Juan Manuel Santos è una gradita sorpresa, perché giunge dopo il risultato inatteso del referendum popolare colombiano che si è espresso a sfavore degli accordi di pace.

Sarà, auspichiamo, un viatico affinché il processo di pace in Colombia superi questo momento critico e riprenda il suo percorso verso la sua totale realizzazione.

Juan Manuel Santos è stato scelto fra 376 candidati, di cui 228 persone e 148 organizzazioni,  fra i quali figuravano i negoziatori dell’accordo sul nucleare iraniano, i caschi bianchi in Siria, gli abitanti delle isole greche che hanno accolto gli immigranti (ma, incomprensibilmente, non i lampedusani).

aggiornamento: 7 ottobre 2016, h. 12,30

Nobel per la chimica 2016

i-vincitori-del-premio-nobel-per-la-chimica-20165 ottobre 2016, si parla di Chimica alla Reale Accademia delle Scienze svedese, che assegna il riconoscimento al francese Jean Pierre Sauvage, allo scozzese Sir J. Fraser Stoddart e all’olandese Bernard L. Feringa (da sinistra nella foto accanto).

Conquistano l’ambito Premio Nobel, per aver concepito la “più piccola macchina del mondo” grazie ai loro lavori concentrati sul “movimento controllato” delle molecole, che porterà allo sviluppo di nuovi materiali, all’immagazzinamento e lo stoccaggio dell’energia e alla costruzione di dispositivi sempre più miniaturizzati.

La macchina “più piccola del mondo” è un motore molecolare, capace di riprodurre i movimenti che le cellule compiono in condizioni naturali, come ad esempio la contrazione muscolare dell’organismo umano.

aggiornamento: 5 ottobre 2016, h. 14,20

Nobel per la fisica 2016

i-tre-vincitori-del-nobel-per-la-fisica

Il 4 ottobre 2016 è il giorno dell’assegnazione del Nobel della fisica. 3 i vincitori di nazionalità britannica che lavorano negli Stati Uniti e sono:
 Michael Kosterlitz,  Duncan Haldane e David Thouless, (da sinistra, nello stesso ordine nella foto accanto).

I tre fisici vincono il Premio per la loro ricerca, compiuta negli anni ’70 e ’80 sulla materia, nello specifico dei passaggi che avvengono da uno stato all’altro della materia in condizioni particolari. Un lavoro, il loro, che ha portato alla ricerca di nuovi materiali e, in particolare, a quelli per la superconduttività ad alta temperatura.

Tali materiali quantistici, cosiddetti “esotici”, “proteggono dai disturbi dovuti a rumore impurità e disordine, preservando quelle caratteristiche che aprono allo sviluppo di elementi fondamentali per le tecnologie del futuro”.

aggiornamento 4 ottobre 2016, h. 17.00

 

Nobel per la medicina 2016

yoshinori-ohsumi-biologo-giappone-e-il-vincitore-del-premio-nobel-per-la-medicina-del-2016Il 3 ottobre 2016, la prima assegnazione è stata il Nobel per la medicina, conferito al biologo giapponese Yoshinori Ohsumi (foto a sinistra),  per il meccanismo dell’autofagia, una delle funzioni basilari delle cellule viventi.

Autofagia è il meccanismo che permette alle cellule di liberarsi delle sostanze di scarto, ossia delle molecole che vengono immagazzinate nel lisosoma e, ivi, distrutte. Il lisosoma, infatti, è una “sacca” (vescicola) presente nelle cellule che rappresenta il sistema digerente della cellula stessa.

L’autofagia è un meccanismo ipotizzato fin dagli anni ’60 del novecento, ma solo attraverso le ricerche condotte da Yoshinori, nel corso degli anni ’90, si è giunti alla certezza e alla totale comprensione di tale meccanismo.

Gli scienziati nominati per il Nobel della medicina 2016 sono stati 273.

Il Premio Nobel

alfred-nobelIl Nobel è un premio istituito all’inizio del secolo scorso, per adempiere le ultime volontà dell’uomo di chi porta il nome: Alfred Bernhard Nobel (1833-1896), chimico e industriale svedese, inventore della dinamite e della balistite.
La prima edizione del Premio si è svolta nel 1901.

Viene assegnato annualmente alle personalità che si distinguono nelle seguenti discipline: fisica, chimica, medicina o fisiologia, letteratura ed economia, e alle persone che si adoperano per il mantenimento della pace.

L’assegnazione del Nobel per la Pace segue una procedura diversa rispetto alle altre.

Come stabilito da Albert Nobel nel suo testamento, i premi per le scienze e la letteratura sono decisi dalle istituzioni svedesi, quello per la Pace è, invece, stabilito da un Comitato nominato dal Parlamento norvegese.

I vincitori sono nominati ad ottobre, mentre la cerimonia di premiazione si svolge ogni 10 dicembre (anniversario della morte di Albert Nobel), a Stoccolma, presso il Konserthuset, principale teatro per la musica della capitale svedese.
Sempre il 10 dicembre, ma ad Oslo, viene consegnato il Premio Nobel per la pace.

Oltre al riconoscimento, il Premio consiste nell’assegnazione ad ogni vincitore di 8 milioni di corone svedesi, corrispondenti a circa 900mila euro. Tutte le spese del Premio Nobel sono finanziate, ancora oggi, dagli interessi maturati dal capitale donato da Albert Nobel.

Nel 1968 la Sveriges Riksbank (la Banca Centrale Svedese), stabilì il premio in Scienze Economiche in memoria di Alfred Nobel, come fondatore del premio Nobel.

Il premio è costituito da una donazione ricevuta dalla Fondazione Nobel dalla Sveriges Riksbank in occasione del 300esimo anniversario della Banca. Il primo Premio in Scienze Economiche venne assegnato nel 1969 a Ragnar Frisch e Jan Tinbergen.

I Premi Nobel nonostante non siano esenti da critiche e polemiche, sono ritenuti i più prestigiosi al mondo.

3 ottobre 2016, h. 18.31

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.