L’età in amore. A ciascuno la sua

La ricerca effettuata dalla finlandese Abo Akademy  University sfata uno degli stereotipi più comuni, l’uomo di età che si accompagna con partner molto più giovani.

Lo studio condotto da Jan Antfolk, manda all’aria la convinzione, convalidata da ricerche precedenti, che l’uomo anziano sceglie donne molto più giovani per avere conferme della propria imperitura virilità.
In realtà, affermano i ricercatori finlandesi, gli essere umani siano essi uomini, donne, eterosessuali, omosessuali o bisessuali osservano comportamenti simili nel corso della loro esistenza e, soprattutto, con l’avanzare dell’età, sono sessualmente interessati ai coetanei.

La ricerca, pubblicata sulla piattaforma scientifica statunitense Evolutionary Psychology, è stata fatta su un campione di  2.655 persone: uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni, etero, omo e bisessuali.

Le donne di ogni fascia di età hanno manifestato una preferenza sessuale verso gli uomini più anziani.
Il comportamento degli uomini invece ha mostrato una mutevolezza di scelta, secondo l’età. Gli uomini della prima età adulta (dai 20 ai 39 anni) hanno espresso una spiccata preferenza per donne più, o molto, più giovani. Mentre gli uomini più grandi, pur non disdegnando  le ventenni, si sono mostrati interessati alle partner coetanee o più anziane.

Contrariamente a quanto suggerito dagli studi precedenti, afferma lo studio, l’attività sessuale maschile riflette la propria fascia d’età e il potenziale interesse per le donne più giovani non necessariamente si converte in comportamento reale.

Lo studio fa parte del progetto di ricerca  “Intra-Genomic Conflicts and Social Decision-Making in Humans”, finanziato dall’Accademia finlandese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.