Concorso Nazionale. Il fumetto dice no alla mafia – Premio Attilio Manca

Il 30 novembre 2019 è la data ultima per partecipare alla prima edizione del Concorso Nazionale Il fumetto dice no alla mafia – Peppino Impastato e Adriana Castelli:  rivolto a tutti gli studenti e studentesse delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e a tutte le comunità di aggregazione giovanili.

Partendo dalle storie vere di persone che hanno combattuto la mafia fino al punto da sacrificare la propria esistenza, lo strumento di partecipazione al Concorso diventa l’elaborazione di un fumetto, una forma di comunicazione riconosciuto dalle nuove generazioni e, dunque, in grado di unire, con un linguaggio diretto, immediato e semplice, il disegno alla conoscenza e all’approfondimento della storia.

Scopo ultimo del Concorso è, infatti, diffondere la cultura della legalità e rendere vivo il lascito di questi grandi uomini e donne, del loro impegno e sacrificio nella lotta contro le organizzazioni mafiose.

L’edizione 2019-2020 è dedicata al giovane chirurgo Attilio Manca (1969-2004), ritrovato morto nella sua abitazione di Viterbo, a causa, secondo i risultati dell’autopsia, di un cocktail di eroina, alcol e barbiturici. La sua morte fu dapprima ritenuta il risultato di un’overdose, poi il caso venne archiviato come suicidio. Ma i genitori si opposero all’archiviazione – con prove alla mano – sostenendo che il figlio fosse stato ucciso per coprire un intervento chirurgico subito dal boss mafioso Bernardo Provenzano a Marsiglia. Il caso di Attilio Manca è stato riaperto dalla procura di Viterbo nel 2009 e le indagini sono ancora in corso.

Ed è emblematica la tragica storia di Manca, il non conoscere, nonostante il trascorrere dei molti anni, quale sia stato il vero motivo della sua morte e come il Concorso voglia ribadire anche l’impegno verso la ricerca della Verità e, quindi, della Giustizia che non abbiamo dalle stragi del 1992- 1993, ribadendo, così, come il Sistema Criminale del nostro Paese rappresenti una minaccia per la sua democrazia.

Il Concorso Il fumetto dice no alla mafia è organizzato dall’Associazione Peppino Impastato e Adriana Castelli Milano, dall’Istituto Comprensivo Monte Amiata di Rozzano (Milano) in collaborazione con il Miur (Ministero Istruzione-Università-Ricerca).

Le informazioni sulle modalità di partecipazione e sul regolamento sono disponibili sul sito miur.gov.it . 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.