Festival dello Sviluppo Sostenibile. Mettiamo mano al nostro futuro

Festival dello sviluppo sostenibile, 17 giorni, uno per ogni obiettivo da raggiungere entro il 2030, che si svolgerà in tutta Italia dal 21 maggio al 6 giugno 2019.

Mettiamo mano al nostro futuro, s’intitola la manifestazione che attraverso workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri e documentari, si propone di richiamare l’attenzione sulle grandi sfide poste dall’Agenda 2030 – sottoscritta dai 193 Paesi dell’Onu –  e da risolvere nell’arco dei prossimi 11 anni e verso le quali, dice il portavoce Asvis, Enrico Giovannini, l’Italia, arranca. Eppure i temi dello sviluppo sostenibile riguardano da vicino la nostra vita: lotta al cambiamento climatico e transazione energetica, protezione dell’ambiente, sviluppo economico, innovazione tecnologica e futuro del lavoro e, quindi, educazione e formazione continua, lotta alla povertà e alle disuguaglianze, salute e sicurezza alimentare, cooperazione internazionale, infrastrutture e mobilità sostenibile, dialogo interreligioso e futuro dell’Europa.

 

Dunque, tornando a noi, perché l’Italia è indietro nel percorso intrapreso per raggiungere i 17 obiettivi, tesi a garantire la nostra sopravvivenza nel Pianeta? Perché manca una governce nazionale, risponde Enrico Giovannini. E da qui la proposta dell’Asvis: “Che sia la Presidenza del Consiglio a occuparsi di questi temi e che coordini tutte le politiche per lo sviluppo sostenibile” il quale, ribadiamo, non riguarda solo l’ambiente “ma anche l’economia, la società e le istituzioni”. Tutti noi, insomma.

Asvis (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), organizzatrice del Festival, è nata nel febbraio del 2016, creata dalla Fondazione Unipolis e dall’Università di Roma Tor Vergata, per diffondere nella società italiana, nei soggetti economici e nelle istituzioni la consapevolezza critica e attiva dell’importanza di realizzare i 17 obbiettivi dello sviluppo sostenibile che compongono l’Agenda Onu 2030.

Oggi l’Alleanza riunisce 200 tra le più importanti istituzioni e reti italiane della società civile, ma, ricordiamo, che è aperta a tutti i soggetti che si occupano degli Obiettivi specifici quali salute, benessere economico, educazione, lavoro, qualità dell’ambiente, uguaglianza di genere. Ogni attività dell’Alleanza è realizzata con i contributi finanziari e il lavoro dei suoi membri.

Per conoscere meglio l’Asvis e il suo operato consultare il sito asvis.it, mentre per vedere le iniziative del Festival più vicine al proprio luogo di residenza, rimandiamo al sito festivalsvilupposostenibile.it.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.