Malati Oncologici. Pratiche più veloci per l’invalidità civile

Ridotto l’iter burocratico per i malati oncologi che richiedono l’invalidità civile.  Gli Istituti Fisioterapici Ospedalieri (Ifo), la Regione Lazio e l’Inps hanno siglato un accordo che porta il riconoscimento dell’invalidità dai precedenti 5 controlli a 1 attestato dallo specialista che diagnostica la malattia e compila un certificato introduttivo che invia telematicamente all’Inps.  E la richiesta entra in atto, tempestivamente presso l’Inps “che intervenendo fin dalla fase iniziale della patologia – spiega il presidente, Tito Boeri – permette di anticipare la concessione della 104, cioè la possibilità delle famiglie di poter assistere in modo adeguato il malato”.
La nuova procedura elimina il passaggio dal medico di base e l’accertamento sanitario delle Asl nelle Regioni che hanno siglato l’accordo di semplificazione.

L’accordo odierno (frutto dell’intesa tra la Regione Lazio e l’Inps della fine del 2017) è il primo protocollo sperimentale previsto per la tutela della disabilità da patologie oncologiche sia nel Lazio sia su tutto il territorio nazionale . “La Regione Lazio è stata la prima a sottoscrivere la convenzione – chiarisce Tito Boeri ma ci sono altre regioni che hanno deciso di accentrare i controlli presso l’Inps: la Campania, la Basilicata e la Calabria”.

Per quanto riguarda la Regione lazio, il protocollo al momento applicato dagli Ifo, sarà presto esteso agli altri istituti oncologici laziali, come conferma il presidente, Nicola Zingaretti.
Il protocollo di semplificazione sperimentale avrà la durata di 18 mesi ed è finalizzato a ottimizzare la procedura nel Lazio e in tutto il territorio nazionale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.