Categoria: mondi e orizzonti

0

L’impegno internazionale e dei Premi Nobel per fermare la violenza contro i Rohingya

L’Australia costretta a respingere il ricorso contro Aung San Suu Kyi. Proteste nelle strade di Sydney Ma 3 Premi Nobel per la Pace sono pronte a denunciare il Governo del Myanmar alla Corte Penale Internazionale per crimini contro l’umanità e genocidio del popolo Rohingya. Possiedono prove e testimonianze, ma Amnesty International avverte: i bulldozer del Myanmar radano al suolo i villaggi di Rohingya e con essi le prove dei loro crimini contro l’umanità

0

La Cina ritorna alla presidenza indefinita

L’ANP ha approvato con un solo voto l’insieme di 21 emendamenti costituzionali proposti, tra cui l’eliminazione del limite di due mandati consecutivi di cinque anni ciascuno per i presidenti del paese e l’inserimento della teoria politica di Xi Jinping, l’attuale presidente che potrebbe mantenere l’incarico a vita, facendosi uno e trino

0

Filippine. Rodrigo Duterte contro tutti

Deve essere sottoposto a una verifica psichiatrica, tuona l’Onu riferendosi a Rodrigo Duterte, presidente delle Filippine, mentre la Corte Penale Internazionale apre un’inchiesta per presunti crimini delle forze dell’ordine del Paese. Ma nessuna sembra fermare Duterte e la sua guerra contro la droga che dal 2016 avrebbe procurato oltre 10mila morti con esecuzioni sommarie

0

L’Islanda va alla guerra, per la sopravvivenza della propria lingua

La lingua islandese rischia l’estinzione sopraffatta dall’inglese che i ragazzi dell’isola nordica usano per parlare fra loro. La colpa non è tanto della lingua anglosassone, tanto del suo impatto travolgente per l’uso costante dei dispositivi tecnologici. Le conseguenze? Avanza una generazione senza lingua madre, mentre nell’infanzia diminuiscono i tassi di alfabetizzazione