Categoria: mondi e orizzonti

0

La Nazionale Calcio Amputati porta l’Italia ai Mondiali 2018

Nell’ottobre 2017 la Nazionale Italiana Calcio Amputati ha partecipato ai primi Campionati Europei di calcio per amputati, conquistando il quinto posto e, così, l’accesso ai Mondiali che si terranno in Messico tra il 24 ottobre e il 10 novembre 2018. Tutto inizia nel 2011 grazie alla volontà e tenacia del giovane Francesco Messori. che attraverso Facebook mette insieme la squadra… La formazione di squadra e le date delle partite degli azzurri di Messico 2018

0

Maghreb. Uniti nel nome del cous cous

Un progetto transnazionale unisce Marocco, Tunisia, Algeria, Mauritania e Libia e porta i Paesi del Maghreb a superare le difficoltà che spesso li dividono: ottenere il riconoscimento immateriale dell’Unesco per il cous cous, il piatto tradizionale che condividono

0

Indonesia. La prima scuola islamica per transgender

In Indonesia, il Paese con il maggior numero di musulmani, sorge, forse l’unica, sicuramente la prima madras per transgender al mondo: la Pondok Pesantren Waria Al-Fatah. Mentre in Bangladesh un gruppo di religiosi ha firmato una sharia che riconosce i diritti civili dei transgender compreso il matrimonio. Testimonianze di una cultura islamica in fermento, ben lontana dall’essere quel monolite di pensiero che alcuni credono che sia

1

Ricordando Hans Asperger. Conoscere la neurodiversità

Neurodiversità e normalità, una questione di maggioranza non di merito. La Neurotribù di Hans Asperger. Autismi e Neurodiversità. Questo il titolo della giornata sulla Sindrome di Asperger organizzata a Roma il 18 febbraio 2018, nella data dedicata a livello internazionale al pediatra austriaco Hans Asperger

0

La prima cattedra di storia dei nativi americani all’Harvard University

Nonostante la Carta Istitutiva dell’ateneo risalente al 1650, e ancora in vigore, si pone come missione l’educazione dei giovani inglesi e indiani, la cattedra di storia dei nativi americani è appena nata. I 346 anni trascorsi dal primo al secondo indiano laureato a Harvard

0

Brasile. A rischio il riscatto degli schiavi

Il Ministero del Lavoro del Brasile ha comunicato che negli ultimi 15 anni è riuscito a liberare più di 35mila persone che lavoravano in regime di schiavitù. Tuttavia molti ricadono varie volte nelle stesse condizioni di lavoro forzato. Mentre nell’autunno 2017 il governo ha cercato, senza successo, d’indebolire la norma vigente contro il lavoro schiavistico