Autore: Amanda Coccetti

0

Laboratori Nuovi Economia. Cantieri di futuro

Laboratori Nuovi Economia, un viaggio multidisciplinare adatto ad ogni formazione per la costruzione congiunta di proposte imprenditoriali che guardano al futuro, già presente, di cui è responsabile Gloria Fiorani, professore aggregato di CSR (Corporate Social Responsibility) e rendicontazione sociale, presso l’Università Tor Vergata di Roma. Opportunità di futuro sostenibile.

0

Neo Rinascimento per la figura femminile del Terzo Millennio

Le modelle cosidette “curvy” termine inglese per indicare una taglia armoniosamente abbondante, sono sempre più presenti nelle sfilate di moda e nelle pagine pubblicitarie dei giornali. Un canone neo-rinascimentale di bellezza che si allontana dalla rincorsa forzata della magrezza.

0

Percorsi di scelta. Non solo test

Tempi di scelta: migliaia di studenti si accingono a svolgere i fatidici test di ammissione all’università: al momento ci sono, ed è una variabile che non possiamo modificare. Ma possiamo essere onesti con noi stessi e darci l’opportunità di vivere, il più vicino possibile alla nostra natura e alle nostre aspirazioni, valutando, ri-valutando e tras-formando percorsi a noi con-geniali

0

Eredità di Venezia 2017. “Un certo sguardo”.

Il Festival di Venezia 2017 ci lascia “in eredità” un “certo sguardo” su una realtà vasta e dinamica in cui ancora potrebbero esserci delle possibilità di riscatto e di ricostruzione. Un multiculturalismo che coinvolge l’uomo in ogni sua piega.

0

Scioperare per accendere una luce sull’Università

Dal 28 agosto al 31 ottobre 2017, gli atenei italiani sono in subbuglio per l’adesione dei docenti che hanno deciso di scioperare contro gli scatti stipendiali. Ma dietro lo sciopero, si cela l’autentica protesta: un sistema universitario pubblico che esige chiarezza, trasparenza, nuovi metodi di reclutamento e fonti di finanziamento. Le soluzioni ci sono.. baste cercarle.

0

Alla ricerca della memoria perduta (apparentemente)

Stress, fatica cronica, percezione che la memoria stia svanendo, sintomi in aumento tra donne e uomini istruiti tra i 50 e i 60 anni di età, raramente ha a che fare con una fase iniziale di demenza. Ce lo rivela un importante studio svedese