Autore: Alessandra R.C. Lazzeri

0

Giappone. Premium Friday per arginare il fenomeno “karōshi”

Resa ufficiale la causa di morte di una giornalista trentenne giapponese avvenuta nel 2013, infarto per eccessivo lavoro. Vittima del Karōshi, lavoro eccessivo che miete ogni anno migliaia di vittime. Da febbraio è entrata in vigore una campagna di contrasto promossa dal Governo. Servirà per fermare un fenomeno che s’identifica in una cultura che viene da lontano?

0

L’articolo 44 della legge per le adozioni, per le persone single

Il Tribunale di Napoli concede in affido bambina down a una persona single, dopo il rifiuto di 7 famiglie di adottarla. Rarissimi i casi precedenti, ma il caso di Napoli ci sembra esemplare. Forse i tempi sono maturi per aprire le adozioni anche alle persone non in coppia. Perché il bene dei bambini inanzitutto

0

Il Referendum “ilegal” della Catalogna

“Voteremo, anche se lo Stato spagnolo non vuole. Noi catalani voteremo il primo ottobre per decidere il nostro futuro”. Le parole che riportiamo le ha pronunciate Pep Guardiola – star catalana del calcio, tecnico del Manchester City, nel corso di una manifestazione che si è svolta a Barcellona a favore delle secessione. Referendum legale o illegale? Strumenti di democrazia diretta da soppesare con cura.

0

Monet tra Parigi e Roma. Maestro d’arte e geloso collezionista

Parigi e Roma celebrano Claude Monet. Una “doppia mostra”, cifra delle esposizioni contemporanee. Nella capitale francese per la prima volta, la collezione privata del maestro, faticosamente ricomposta dopo la dispersione alla sua morte. A Roma, da ottobre, 66 tele restituiscono la pienezza della concezione artistica dell’impressionismo. Una visione complementare per chi avrà il privilegio di visitarle entrambe

0

ECOutur. La natura veste l’uomo

Ottobre, tempo di vendemmia. In naturale armonia con la stagione, la capsula colletcion dell’ecodesigner romano, Tiziano Guardini. Biomateriali provenienti dalla vinaccia, dalle bucce, semi e raspi d’uva dell’azienda Vegea sfilano in passarella, ricreando un “bio-legame” tra l’abito e l’uomo. Nasce il Made in Italy del Terzo Millennio